0 Condivisioni

Hai avuto una buona idea e vuoi trasformarla in un progetto concreto. Oppure, vuoi dare slancio alla tua azienda e renderla più competitiva. In ogni caso, ti serve uno strumento potente per poterlo fare. Hai bisogno di un Canvas Business Model.

L’uso di un Canvas per comprendere come l’azienda possa sviluppare progetti di business, che la sostengano e le permettano di prosperare, è un approccio strategico efficace. Consente di presentare graficamente come l’azienda intende creare, distribuire e cattura valore per i suoi clienti.

È uno strumento collaborativo con cui analizzare tutte le componenti che danno forma all’attività d’impresa e che possono far decollare il tuo progetto. Dunque, vediamo com’è composto un Canvas Business Model e come sfruttarlo al meglio per sviluppare modelli di business che funzionano.

 

Cos’è il Canvas Business Model

 

L’idea di realizzare un Canvas, per analizzare e perfezionare modelli di Business, è stata introdotta da Alexander Osterwalder nel suo libro “Business Model Ontology”. Il successo è stato immediato, sia nell’ambito delle startup che delle piccole e medie imprese.

Dopotutto, un approccio visivo e collaborativo permette di disegnare una “mappa” di tutti gli elementi essenziali, per sviluppare e perfezionare un progetto di business in modo snello e creativo.

Il Business Model Canvas è dunque un template grafico, un framework perfetto per introdurre in azienda innovazione e coinvolgere attivamente tutti gli attori chiamati a collaborare al progetto. E non solo persone interne all’azienda, ma anche tutti i profili con background professionali diversi, esterni all’azienda, che dovranno integrarsi e contribuire con le loro competenze.

Il Canvas è strutturato in 9 elementi fondamentali, che costituiscono il modello di business reale o potenziale di un’azienda. Ogni elemento è in relazione con gli altri e la posizione nel template riproduce le sinergie proprie del sistema di generazione del valore, ovvero del modello di business.

 

Quali sono gli elementi che costituiscono il Canvas Business Model

 

Il template grafico del Business Model Canvas dà vita a una mappa, i cui blocchi rappresentano gli elementi essenziali del modello di business.

È fondamentale considerare che non esistono elementi isolati. Perciò, il corretto approccio a questo sistema richiede la consapevolezza che ogni elemento è in perfetta sinergia con gli altri.

I 9 elementi che costituiscono i blocchi del Business Model Canvas sono:

  • segmenti di clientela, fondamentali per creare prodotti e/o servizi in base alle esigenze dei clienti ideali;
  • relazioni con i clienti, ovvero, come l’azienda acquisisce e fidelizza i clienti, per aumentare le vendite;
  • canali, quali sono i punti di contatto tra azienda e cliente;
  • proposte di valore, conosciute anche come “value proposition”, per chiarire i “perché” che dovrebbero motivare le persone all’acquisto dei tuoi prodotti o servizi;
  • partner chiave, dove definire fornitori e partner necessari a sviluppare e sostenere il progetto di business;
  • attività chiave, ovvero, individuare le attività strategiche necessarie a sostenere le proposte di valore utili a raggiungere i clienti ideali, creare e mantenere le relazioni e generare ricavi;
  • risorse chiave, sono gli asset strategici necessari ad alimentare il modello di business;
  • struttura dei costi, dove identificare i costi che l’azienda dovrà sostenere affinché il modello di business sia funzionale;
  • flussi di ricavi, ossia, come l’azienda gestisce le entrate ottenute dalla vendita di prodotti e servizi, per un determinato segmento di clientela.

 

Tutti questi elementi devono essere valutati con attenzione, affinché costituiscano una base realistica su cui implementare le azioni di business.

 

Le aree da mappare per definire il tuo Canvas

 

I 9 elementi che costituisco i blocchi del Canvas sono organizzati in 4 aree specifiche. Ogni area ha il compito di rispondere ad altrettante domande, essenziali per creare, acquisire e trasferire valore:

  • Per chi lo fai?
  • Cosa fai?
  • Come lo fai?
  • Perché lo fai?

 

Nell’area di destra del Canvas Business Model trovi gli elementi relativi alle relazioni con i clienti, ai segmenti di clientela e ai canali. È qui che ti concentrerai per definire “chi” è il destinatario del valore e la relazione con lui.

Al centro del Canvas c’è l’area designata alle proposte di valore e riguarda il “cosa” viene generato dall’azienda.

Nell’area di sinistra, invece, trovi i blocchi che riguardano i partner, le attività e le risorse chiave, per definire il “come” sarà creato valore.

Infine, l’area in basso è destinata al “perché”. Qui trovi i blocchi designati alla definizione della struttura dei costi e ai flussi di ricavi. Ovvero, agli impatti sull’azienda in conseguenza alla creazione del valore.

 

Canvas business model per business che funzionano

 

Da dove dovresti iniziare la mappatura del tuo Canvas?

 

Ritrovarti con un template strutturato semplifica l’analisi e lo sviluppo del tuo modello di business. Ti aiuta a ragionare e stimola la visione di come funzionerà la tua azienda.

Poiché non si tratta di una rappresentazione lineare, per iniziare la mappatura del tuo Canvas Business Model non esiste un ordine tassativo. Potresti avere informazioni e idee per implementare un blocco prima di un altro.

Tuttavia, il cliente è l’elemento fondamentale, in relazione al quale ha senso creare valore. Ecco perché nello studio di un modello di business funzionale, una sequenza efficace dovrebbe partire dalla definizione del tuo cliente ideale.

Poi, puoi definire le proposte di valore e identificare i canali e le relazioni con i clienti. Fatto questo, sei pronto per individuare i flussi di ricavi e definire i partner, le attività e le risorse chiave. Infine, potrai fare le dovute considerazioni sui costi.

 

Canvas Business Model: perché dovresti usarlo

 

Il Business Model Canvas è uno strumento di business design strategico. Offre alle persone coinvolte nel progetto una comprensione semplice e intuitiva degli elementi che permettono all’azienda di funzionare. Si basa su un linguaggio visuale e immediato, comprensibile a ogni elemento del team, a prescindere dal background professionale.

Quando si tratta di sviluppare un nuovo business, rivoluzionare un modello esistente, oppure introdurre innovazione attraverso prodotti e servizi, il Business Model Canvas è lo strumento ideale. Sei sicuro di considerare tutti i componenti necessari affinché il tuo progetto abbia successo.

Quindi, l’uso di un framework così potente nello sviluppo di un modello di business, garantisce una visualizzazione immediata di come l’idea possa essere implementata e realizzata. Tuttavia, i vantaggi del Business Model Canvas non si fermano qui:

  • aiuta a fare ordine e chiarezza;
  • coinvolge, stimola la creatività e crea coesione tra gli attori che prenderanno parte al progetto;
  • consente di individuare le professionalità necessarie, per concretizzare l’idea di business;
  • facilita l’implementazione di nuove idee;
  • permette la collaborazione tra persone e strutture aziendali diverse.

 

Il progetto prende forma davanti ai tuoi occhi. Puoi accogliere suggerimenti e dettagli che ti erano sfuggiti, modificare facilmente ogni elemento del modello di business e renderlo ancora più efficace.

 

Canvas Business Model: come creare modelli di business che funzionano

 

Il Business Model Canvas è uno strumento veloce, schematico e collaborativo. Consente di comprendere come si sostiene e prospera un’azienda, che sia una startup o un’azienda di qualsiasi dimensione.

Per usarlo al meglio e sfruttarne tutto il potenziale occorre stabile dei momenti dedicati al lavoro di squadra in luoghi appropriati, in cui lasciarsi coinvolgere nel processo. Mentre una lavagna o un tavolo spazioso possono ospitare il Canvas stampato in ampie dimensioni.

Serve un approccio creativo, ma realistico. Non si tratta di proporre ipotesi, ma soluzioni, idee e processi che poi dovranno essere verificati e validati.

Nel tempo, sono nati altri modelli di Canvas, per semplificare l’approccio e adattarlo alle diverse esigenze, sempre più in linea con il modello “lean” destinato alle startup. Infatti, il Canvas Business Model ti permette anche di concentrarti sul come trovare i fondi e quali canali utilizzare per sostenere la tua impresa. Questo approccio ti consente di considerare e cogliere le diverse opportunità di finanziamento esistenti, come il nuovo Fondo Nazionale Innovazione.

0 Condivisioni

scritto da

Alessandro Lerin

Blogger e copywriter, trasformo in concetti concreti ciò che interessa agli utenti. Supporto inoltre piccole e medie imprese che vogliono mettere in evidenza i propri punti di forza.

Comments

comments

Post Raccomandati