Quando devi sottoscrivere i contratti luce e gas sono molti gli elementi da considerare. E non sempre sai quali ricoprano un ruolo più rilevante. Tariffe, condizioni contrattuali, servizi aggiuntivi offerti dal fornitore, tutto deve combaciare con le tue necessità.

È importante comprendere le differenze di base tra Mercato Libero e Tutelato, ma non solo. Dovresti anche analizzare le tue abitudini di consumo, per valutare con consapevolezza quali siano le offerte luce e gas più adatte a soddisfarle.

Inoltre, per garantire una migliore informazione e maggiore trasparenza, l’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) ha introdotto alcune importanti novità. Conoscerle ti sarà utile per darti una visione più chiara sulle condizioni contrattuali che andrai a sottoscrive con il tuo nuovo fornitore.

Dunque, non indugiamo oltre. Ecco le principali novità, che entreranno in vigore dal 1° luglio 2021, e cosa dovresti considerare prima di sottoscrivere un nuovo contratto luce e gas.

 

Contratti luce e gas: quali sono le novità introdotte dall’ARERA

 

Con la delibera 426/2020/R/com del 27 ottobre 2020, l’ARERA ha formalizzato la revisione del Codice di condotta commerciale dei fornitori di energia elettrica e gas naturale. Di fatto, ha rafforzato gli obblighi informativi a vantaggio dei clienti finali, affinché i contratti luce e gas siano ancora più trasparenti e comprensibili.

I cambiamenti introdotti dall’ARERA avranno rilevanza sia nella fase precontrattuale (prima della stipula del contratto) che in quella contrattuale (successiva alla stipula del contratto). Ecco le principali novità.

 

La nuova scheda sintetica per le forniture luce e gas

 

In sostanza, l’attuale nota informativa verrà sostituita da una nuova scheda sintetica. Il documento avrà un formato standardizzato per tutti i fornitori e conterrà una sintesi chiara e comprensibile degli obblighi informativi in relazione all’offerta proposta.

Sono previste specifiche schede di sintesi corrispondenti a:

  • tipo di cliente finale – domestico o non domestico;
  • tipologia di fornitura – energia, gas o fornitura congiunta;
  • tipo di prezzo – fisso o variabile.

 

La scheda sintetica è obbligatoria per i clienti con forniture alimentate in bassa tensione e/o con consumi di gas non superiori ai 200.000 Smc/anno. Riporterà i contenuti del contratto, gli indicatori sintetici di prezzo e la stima della spesa annua. Ma non solo, sarà accompagnata da una nuova scheda di confrontabilità.

Il tutto, per rendere la comunicazione delle condizioni economiche più chiara e facilitare il confronto tra le offerte commerciali. La consegna del documento avverrà in occasione della proposta commerciale e, in ogni caso, prima della conclusione del medesimo contratto.

 

Indicatori sintetici di prezzo

 

Nella scheda sintetica saranno introdotti gli indicatori sintetici di prezzo relativi alla sola materia prima energia e alla materia gas naturale. Ovvero, una sintesi delle componenti di spesa associate all’offerta e determinate dal fornitore prescelto, a differenza di altre voci in bolletta, come gli oneri di sistema.

In base al tipo di offerta, a prezzo fisso o variabile, sono previsti 3 indicatori sintetici di prezzo:

  • costo fisso anno – sommatoria di tutti i corrispettivi che concorrono a formare la spesa per la materia prima energia, o materia gas naturale, espresso in €/anno;
  • costo per consumi – nelle offerte monorarie a prezzo fisso di energia elettrica e gas naturale, sarà la sommatoria dei corrispettivi che formano la spesa per la materia prima energia (€/kWh) o la materia gas naturale (€/Smc). Se le forniture di energia elettrica prevedono prezzi differenziati in base alle fasce orarie, questo indicatore sarà determinato dalla media ponderata dei consumi, a seconda delle ore appartenenti a ciascuna fascia;
  • costo per potenza impegnata – presente solo nelle offerte di energia elettrica, sarà la sommatoria di tutti i corrispettivi che formano la spesa per la materia prima energia (€/kWh).

 

Per le offerte a prezzo variabile, il calcolo dell’indicatore di costo per consumi sarà parametrato alle modalità pubblicate nella sezione “Trasparenza” del Portale Offerte. Nel dettaglio comprendono:

  • descrizione e periodicità di aggiornamento dell’indice e/o del mercato all’ingrosso di riferimento definito dal contratto, in base al quale varia il prezzo della componente energia;
  • la frequenza di aggiornamento dell’indice;
  • grafico dell’andamento dell’indice, solo nel caso di indici a pubblica diffusione e sulla base delle informazioni veicolate dal Gestore sul Portale Offerte. È formulato su frequenza mensile e relativo ai 12 mesi precedenti il trimestre prima dell’entrata in vigore dell’offerta;
  • sommatoria di tutti i corrispettivi unitari diversi dall’indice, che concorrono alla formazione della spesa per la materia prima energia in €/kWh e per la materia gas naturale in €/Smc.

 

L’obiettivo è quello di standardizzare la presentazione di tutte queste componenti in fase precontrattuale e facilitare la confrontabilità tra le diverse offerte.

 

Stima della spesa annua

 

Nella scheda sintetica sarà inserita una sezione dedicata alla spesa annua stimata, al netto di imposte e tasse. Dovrà essere presentata dal venditore in fase di offerta, e calcolata seguendo i criteri del Portale Offerte:

  • nel caso di nuova offerta a un proprio cliente finale, verrà calcolata sulla base del dato storico di consumo effettivo, già in possesso del fornitore;
  • nel caso di offerta che preveda il cambio di fornitore, verrà calcolata in base al consumo dichiarato dal cliente, riportato in bolletta, o reperibile tramite il Portale Consumi.

 

La stima della spesa annua sarà indicata, per le offerte destinate ai clienti domestici, in base ai diversi livelli di consumo e potenza contrattuale impiegata.

 

Scheda di confrontabilità

 

La scheda di confrontabilità consente di comparare la spesa stimata di un cliente che aderisce a un’offerta del mercato libero rispetto a una equivalente del mercato tutelato.

È un confronto che offre un’informazione indicativa, poiché misurata considerando un profilo di consumo standard e definito dall’Autorità. Dunque, dovrai ponderare sia il variare dei tuoi consumi reali che gli aggiornamenti trimestrali previsti dell’Autorità.

Tuttavia, è un indicatore utile per cogliere la differenza di spesa stimata tra i due mercati di riferimento, Libero e Tutelato. Puoi confrontarli nella fase precontrattuale e fare una valutazione più accurata.

Se vuoi approfondire le differenze sostanziali tra mercato Libero o Tutelato, anche in vista dell’abolizione della Maggior Tutela, in questo articolo trovi tutte le informazioni che ti servono: Mercato libero o tutelato? Quale conviene.

 

Cosa considerare nella sottoscrizione dei contratti luce gas

 

Oltre a comprendere le differenze tra Mercato Libero e Tutelato, quando devi sottoscrivere dei contratti luce e gas è opportuno valutare alcuni elementi fondamentali:

  • considera i tuoi consumi – se sai come leggere la bolletta della luce e del gas, puoi analizzare il tuo fabbisogno reale e soppesare con consapevolezza le offerte presenti sul mercato;
  • analizza le tue abitudini – per sottoscrivere contratti adeguati alle tue necessità è importante comprendere come usi l’energia elettrica e il gas. Per esempio, sei spesso fuori casa, tranne nei week-end? Questo genere di considerazioni ti permette di scegliere l’offerta migliore in base alle tue abitudini di consumo;
  • valuta il contesto – quando prendi in esame le offerte luce e gas devi fare attenzione a non confondere quelle dedicate a una prima sottoscrizione, con quelle pensate per chi effettua il passaggio da un altro fornitore;
  • considera le promozioni e i servizi offerti – quando le differenze tra le tariffe si assottigliano, valuta le promozioni in essere e i servizi che un fornitore può offrirti rispetto a un altro. Per esempio, offerte Dual o forme di pagamento più comode, come la bolletta web.

 

Parti sempre dalla valutazione di questi elementi, per avere un quadro chiaro di cosa possa incidere maggiormente sulla scelta del miglior fornitore per le tue necessità.

 

contratti-luce-e-gas-novita-trasparenza

Contratti luce e gas: le novità per una maggiore trasparenza

 

Maggiore trasparenza e consapevolezza nella sottoscrizione dei contratti luce e gas

 

Il provvedimento introdotto dall’ARERA, con la delibera 426/2020/R/com del 27 ottobre 2020, ha una duplice finalità:

  • migliorare la comprensibilità delle informazioni contrattuali e delle condizioni economiche presenti nelle offerte;
  • semplificare la confrontabilità delle offerte proposte dai diversi fornitori luce e gas.

 

Inoltre, la revisione del Codice di condotta commerciale dei fornitori di energia elettrica e gas rende più stringenti gli obblighi informativi anche nelle variazioni delle condizioni economiche già in essere. Ovvero, la prevista comunicazione in caso di variazioni unilaterali del contratto dovrà essere integrata con la stima della spesa annua, per i 12 mesi successivi alla variazione.

È una novità di particolare rilievo, poiché ti consente un aggiornamento costante e adeguato delle eventuali variazioni delle condizioni economiche della fornitura. Anche nel caso siano evoluzioni previste dal contratto luce e gas sottoscritto, potrai sempre monitorarne l’impatto sul tuo bilancio familiare e valutarle di conseguenza.

Con strumenti informativi ancora più chiari e dettagliati, sia in fase di offerta che dopo la sottoscrizione del contratto, e una maggiore consapevolezza delle tue abitudini di consumo, scegliere il miglior fornitore di energia e gas sarà sempre più facile.

Tuttavia, sappiamo quanto sia oneroso per te districarti tra le varie novità, confrontare le diverse offerte e gestire le tue bollette. Per questo siamo qui, con il nostro blog e con un servizio clienti affidabile, sempre a tua disposizione. Contattaci senza impegno e richiedi le informazioni di cui hai bisogno, oppure scopri subito le nostre migliori offerte luce e gas.

scritto da

Alessandro Lerin

Blogger e copywriter, trasformo in concetti concreti ciò che interessa agli utenti. Supporto inoltre piccole e medie imprese che vogliono mettere in evidenza i propri punti di forza.

[fbcomments]
Post Raccomandati