Con la fine del mercato tutelato di energia e gas, prevista per il 1° luglio 2019, il settore energetico passerà completamente al mercato libero.

Nonostante sia ancora possibile attivare utenze luce e gas con entrambi i mercati dell’energia, la fine del mercato tutelato nel 2019 porterà un reale e definitivo cambiamento nelle offerte, proseguendo e accentuando i caratteri della manovra di liberalizzazione iniziata nel 2007.

Fondamentale, quindi, capire come funziona il mercato libero dell’energia: ecco quali modifiche comporteranno conseguenze in bolletta.
 

Mercato libero e tutelato: differenze

 
Le principali differenze tra il mercato libero e tutelato riguardano:

1. chi definisce i prezzi e le offerte;

2. tipologia degli utenti che possono accedervi;

3. forniture luce e gas disgiunte o meno.

L’offerta del servizio di Maggior Tutela segue il regime tariffario stabilito dall’ARERA (ex Aeegsi), ovvero l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, che periodicamente determina, in base alle oscillazioni del mercato, le condizioni economiche e contrattuali delle forniture di luce e gas (erogate esclusivamente in un’unica proposta non divisibile).

Nel servizio tutelato, i fornitori di zona, che generalmente coincidono con i distributori di energia, offrono:

– utenze domestiche con alimentazione a bassa tensione

– utenze aziendali (eccetto per imprese con un’alimentazione a media – alta tensione elettrica e/o con più di 50 dipendenti e fatturato superiore a 10 milioni di euro)

– illuminazione pubblica

Le realtà aziendali escluse dal servizio tutelato, o che non hanno ancora scelto un fornitore del mercato libero, rientrano nel servizio di salvaguardia, ovvero ricevono energia e gas da operatori territoriali stabiliti tramite concorso (generalmente i prezzi sono, però, più elevati).

Il mercato libero dell’energia, invece, comprende numerose aziende private di fornitura di energia e gas, le quali offrono differenti tariffe e servizi a tutte le tipologie di utenza.

In questo modo, ciascuno può decidere in autonomia da quale fornitore e a quali condizioni acquistare energia, comparando le tante offerte luce e gas presenti sul mercato e valutando la qualità dei servizi messi a disposizione.
 

Fine del mercato tutelato: scadenza

 
Il percorso di liberalizzazione del mercato dell’energia prende il via in Italia con la direttiva europea del 1999: dopo una fase di liberalizzazione graduale (legata alle attività di produzione, importazione, esportazione, acquisto e vendita di energia) il mercato è effettivamente libero a partire da luglio 2007.

La prima data utile per il completo passaggio da mercato tutelato a mercato libero era stata prevista per gennaio o luglio del 2018 ma, successivamente, il Ddl Concorrenza ha fatto slittare la scadenza del mercato tutelato al 1° luglio 2019.

Gli utenti che non l’avessero ancora fatto, quindi, hanno ancora un anno di tempo per valutare le offerte disponibili e passare al mercato libero.

fine-mercato-tutelato-energia-gas

Fine del mercato tutelato energia e gas: cosa cambia dal 1° luglio 2019

 

Cosa cambia con la fine del mercato tutelato energia e gas

 
Nella pratica, i cambiamenti interesseranno la scelta tra mercato libero e il servizio di salvaguardia, che verrà esteso a tutti i consumatori.

Se non ci saranno altre modifiche, entro luglio 2019 tutti gli utenti rimasti nel regime di Maggior Tutela dovranno necessariamente scegliere un operatore del mercato libero per la propria fornitura di energia.

L’ARERA, nel ruolo di garante, continuerà a vigilare sul mercato libero per la tutela dei consumatori, ma le proposte contrattuali del servizio tutelato scompariranno.

In un panorama sempre più competitivo, dunque, diventa fondamentale saper scegliere la migliore offerta su luce e gas in modo efficace. Ecco perché è essenziale approfondire sempre le condizioni contrattuali e trovare l’azienda fornitrice che sappia garantire il giusto equilibrio tra tariffe competitive e:

  • trasparenza
  • affidabilità
  • servizio clienti di qualità
  • soluzioni innovative

 
Potrebbe interessarti anche: Truffe luce e gas: le più comuni (e come evitarle)

Vuoi sapere come risparmiare in bolletta? Scopri di più sulle offerte energia e gas di Gruppo Sinergy!

scritto da

Alessandro Lerin

Blogger e copywriter, trasformo in concetti concreti ciò che interessa agli utenti. Supporto inoltre piccole e medie imprese che vogliono mettere in evidenza i propri punti di forza.

[fbcomments]
Post Raccomandati