0 Condivisioni

Il regolamento della serie B prevede la promozione di tre squadre nella massima serie e la retrocessione di quattro compagini in serie C.

Molto semplice e lineare, se non fosse che per decidere quale sarà la terza squadra promossa e la quart’ultima retrocessa è prevista la disputa di playoff e playout, le cui formule sono cambiate spesso negli ultimi anni.

La Serie B è riconosciuta per essere un campionato agguerrito e dai verdetti in bilico fino all’ultima giornata, ma quest’anno si sta rivelando una sfida per cuori forti anche fuori dal campo: una battaglia dove giocatori e allenatori hanno spesso lasciato spazio ad avvocati e tribunali, dopo quanto avvenuto al termine della stagione 2017-2018 e lo stravolgimento dell’assetto del torneo (passato da 22 a 19 squadre).

In questo articolo, facciamo chiarezza sul regolamento di playoff e playout.

 

Serie B a 19 squadre: cosa cambia

 

Crisi economica o ardite gestioni di bilancio? Dopo il fallimento, quest’estate, di tre club storici del calcio italiano, come Bari, Cesena e Avellino, i tre posti vacanti nel campionato cadetto sono diventati l’oggetto del contendere per diverse squadre, che hanno presentato ricorso per essere ripescate o riammesse in Serie B.

Così, le iniziali richieste di Novara e Catania hanno innescato i ricorsi di altre società, come Ternana, Pro Vercelli, Virtus Entella e Siena. Nel mentre, anche il Crotone, appena retrocesso in Serie B, chiedeva il blocco dei campionati, in attesa di conoscere la sentenza emessa nei confronti del Chievo Verona (per il caso plusvalenze fittizie).

Questo ha fatto sì che il campionato di Serie B 2018-2019 cominciasse a 19 squadre, pur con molte incertezze: tra appelli e ricorsi, l’ombra di possibili stravolgimenti è stata reale anche a distanza di mesi, con diverse partite già disputate.

Una situazione che, se non altro, non ha intaccato il regolamento del campionato cadetto: nonostante il blocco dei ripescaggi e il ridotto numero di squadre partecipanti, la formula di playoff e playout è rimasta invariata rispetto alla stagione precedente. Eccola nel dettaglio.

 

Regolamento Serie B: playoff e playout, come funzionano

 

Al termine del campionato, le prime due squadre qualificate sono promosse direttamente in Serie A, mentre il nome della terza uscirà dalla “giostra” dei playoff. In coda alla classifica, invece, le tre squadre piazzate agli ultimi posti retrocedono in Serie C, mentre la quarta viene determinata dall’esito dei playout.

 

Regolamento playoff Serie B

 

A contendersi l’ultimo posto disponibile per la promozione saranno le squadre qualificate dal terzo all’ottavo posto, tranne nel caso in cui ci sia un divario superiore ai 14 punti tra la terza e la quarta qualificata. Questa eventualità escluderebbe la disputa dei playoff (non è più in vigore, invece, la regola per cui anche l’ottava squadra deve avere un distacco inferiore a 15 punti dalla terza per far sì che si giochino i playoff).

Per determinare gli effettivi piazzamenti delle squadre, in caso di arrivo a pari punti tra due o più compagini, il regolamento Serie B prevede cinque criteri per la classifica avulsa:

1. punti fatti negli scontri diretti;

2. differenza reti segnate e subite negli scontri diretti;

3. differenza reti segnate e subite nell’intero campionato;

4. maggior numero di reti segnate nel corso del campionato;

5. sorteggio.

I playoff di Serie B sono strutturati in tre turni:

  • turno preliminare;
  • semifinali;
  • finale.

 

Nel turno preliminare, si giocano due partite di sola andata tra la sesta e la settima classificata e tra la quinta e l’ottava classificata. Nel caso di parità, sono previsti i tempi supplementari, ma non i rigori: al termine dei 120 minuti di gioco, in mancanza di un vincitore, sarà la squadra meglio piazzata in classifica a passare il turno.

Nelle semifinali, la terza classificata gioca la gara di andata in trasferta e il ritorno in casa, contro la vincente della sfida tra la sesta e la settima classificata.
La quarta classificata, allo stesso modo della terza, gioca contro la vincente della partita tra la quinta e l’ottava classificata. Nel caso di parità, dopo i 180 minuti, non sono previsti i tempi supplementari, ma sarà la differenza reti nelle due partite disputate a fungere da criterio di selezione. Se anche in questo caso la situazione dovesse rimanere in parità, sarà la squadra meglio piazzata nella classifica di campionato a passare il turno.

In finale, le vincenti delle semifinali giocano una gara di andata e una di ritorno (quest’ultima in casa della squadra meglio piazzata in campionato). Nel caso di parità, dopo i 180 minuti, i criteri sono gli stessi delle semifinali: miglior differenza reti nelle due partite e, nell’eventualità, miglior piazzamento in classifica. Nel caso in cui le due squadre avessero terminato il campionato con gli stessi punti, e fossero in parità anche come differenza reti al termine delle due gare, sono previsti supplementari e calci di rigore.

 

Regolamento playout Serie B

 

La strada per la salvezza dalla retrocessione nel calderone della Serie C passa anche dai playout. Mentre le ultime tre classificate precipitano direttamente nella categoria inferiore, la quart’ultima e la quint’ultima si giocano la permanenza  in Serie B in due partite con due partite supplementari, a meno che non vi siano più di 4 punti di distacco tra le due squadre (in quel caso a retrocedere sarebbe direttamente la quart’ultima).

Il regolamento playout di Serie B prevede una gara di andata e una di ritorno. Se al termine dei 180 minuti non dovesse esserci un vincitore, i criteri sono gli stessi applicati nei playoff: la salvezza dipende dalla miglior differenza reti nelle due partite e, in caso di parità, dal miglior piazzamento in classifica. Anche in questo caso, qualora le due squadre avessero terminato il campionato con gli stessi punti, e fossero in parità anche come differenza reti al termine delle due gare, sono previsti tempi supplementari e rigori.

Gruppo Sinergy opera su tutto il territorio nazionale e, dalla stagione 2018-2019, è sponsor ufficiale dell’Hellas Verona F.C.: scopri oggi stesso le nostre offerte energia e gas oppure leggi qui alcuni consigli per risparmiare in bolletta!

0 Condivisioni

scritto da

Alessandro Lerin

Blogger e copywriter, trasformo in concetti concreti ciò che interessa agli utenti. Supporto inoltre piccole e medie imprese che vogliono mettere in evidenza i propri punti di forza.

Comments

comments

Post Raccomandati