18 Condivisioni

Il team building, nell’ambito delle risorse umane, è un insieme di attività formative che le aziende riservano ai loro lavoratori e che possono essere finalizzate a obiettivi diversi.

La traduzione letterale di team building è “costruzione del gruppo”: lo scopo principale, infatti, è quello di avere un gruppo di lavoro in grado di collaborare il più efficacemente possibile, indirizzando le attività a seconda degli aspetti specifici da migliorare.

Collaborazione, motivazione, comunicazione o leadership all’interno del team sono solo alcuni degli elementi sui quali si focalizza il team building aziendale, che può prevedere sia attività indoor che outdoor. In questo articolo vedremo alcune idee e consigli per migliorare il lavoro di squadra.

 

Team building aziendale: cos’è

 

In Italia il team building aziendale è sicuramente meno diffuso rispetto all’estero e, molto spesso, associato solamente ad attività ludiche, senza la consapevolezza di un focus su obiettivi specifici.

Certo, l’intento legato allo svago può senza dubbio aiutare il team a fare gruppo, a conoscersi e a migliorare la collaborazione, ma le finalità non si limitano soltanto a questo aspetto: il team building è anche formativo e, a seconda di ciò che si vuole mettere alla prova, può permettere di sviluppare molte altre skills.

Queste abilità consentono di far crescere la persona non solo singolarmente ma anche come parte di un gruppo, come soggetto che si relaziona con gli altri nella sfera lavorativa: migliorare nel rapporto con i collaboratori così come nella gestione dei momenti e delle criticità, per fare in modo che il lavoro in team sia il più efficace e produttivo possibile.

Le strade con cui raggiungere gli scopi prefissati sono molteplici, e dipendono non solo dagli aspetti che l’azienda vuole migliorare ma anche dalle peculiarità del team (sia in termini di numero che di caratteristiche delle persone che compongono il gruppo). In generale, comunque, potremmo dividere la attività in:

  • team building indoor (al chiuso);
  • team building outdoor (all’aperto).

 

Team building indoor

 

Le attività di team building indoor sono quelle che si svolgono al chiuso, all’interno degli spazi dell’azienda o anche in luoghi ad hoc.

È chiaro che, come accennato in precedenza, la formazione non si riduce alla sola parte ludica o di svago: per ogni tipologia di attività è importante che venga individuato un obiettivo in partenza e, al termine, venga comunque effettuata un’analisi su quanto svolto.

Alcune tra le idee per team building indoor più utilizzate sono:

  • corsi di cucina;
  • pittura, disegno o attività creative volte a evidenziare i propri talenti;
  • attività che prevedono la risoluzione di enigmi/situazioni (es. cena con delitto, escape room, caccia al tesoro);
  • attività legate a tema quiz e giochi da tavolo, a squadre;
  • attività culturali (club del libro, cineforum, teatro…).

 

A seconda delle finalità, una stessa attività può essere incentrata sulla collaborazione di tutte le parti in causa verso il raggiungimento di un obiettivo, oppure sulla competizione tra più gruppi (ad esempio: cucinare un piatto dove ognuno ha un ruolo specifico, oppure preparare la miglior pietanza tra i team partecipanti).

In altri casi (ad esempio nella pittura o nelle attività creative in generale) l’aspetto pratico può essere individuale, ma è poi la condivisione un altro elemento fondamentale per aiutare a presentare sé stessi e conoscere più a fondo i propri collaboratori.

 

Team building outdoor

 

Tra i vantaggi del team building outdoor vi è, senza dubbio, il fatto di poter uscire dal contesto lavorativo e immergersi in un ambiente all’aria aperta, spesso a contatto con la natura.

L’importante è sempre proporre qualcosa (sia in termini di attività che di luogo) che possa mettere i soggetti nelle condizioni di esprimersi al meglio. Il team building non deve diventare un’arma a doppio taglio e, proprio per questo, è sempre bene affidarsi a formatori professionisti.

Le idee per dinamiche di gruppo outdoor sono davvero molte. Tra le più comuni vi sono:

  • arrampicata;
  • vela/surf/rafting/dragon boat (e varianti);
  • escursione in montagna (a piedi o in mountain bike);
  • giochi di ruolo all’aperto;
  • tiro con l’arco;
  • outdoor cooking;
  • sport di squadra in generale;
  • parchi avventura/parchi divertimento;
  • orienteering.

 

team-building-per-aziende-indoor-e-outdoor

Un esempio di team building outdoor: il rafting

Team building per aziende: alcuni consigli

 

Il team building per aziende ha bisogno di un’attenta analisi e pianificazione dell’attività più adatta al gruppo e degli obiettivi da raggiungere.

La “costruzione del gruppo” non riguarda solo il momento pratico ma, se seguita da formatori esperti, vi è un insieme di step fondamentali che è bene non trascurare:

  • pianificazione dell’attività e individuazione degli obiettivi da raggiungere, in base alle peculiarità dei partecipanti;
  • brief con spiegazione preliminare sul lavoro da svolgere;
  • attività di team building vera e propria;
  • verifiche intermedie durante lo svolgimento;
  • analisi finale su quanto fatto e sugli obiettivi raggiunti o meno.

 

Insomma, con la giusta attenzione a focus e finalità, il team building può davvero essere uno strumento valido per le aziende che vogliono aumentare l’efficacia dei propri gruppi di lavoro.

18 Condivisioni

scritto da

Alessandro Lerin

Blogger e copywriter, trasformo in concetti concreti ciò che interessa agli utenti. Supporto inoltre piccole e medie imprese che vogliono mettere in evidenza i propri punti di forza.

Comments

comments

Post Raccomandati