Le utenze domestiche sono l’incubo di tutti gli italiani, labirinti popolati di credenze cristallizzate, burocrazia e furbetti, che purtroppo tentano di truffare le famiglie. Eppure, altro non sono che beni e servizi relativi alla tua abitazione, indispensabili per la vita quotidiana.

Ti consentono di avere l’energia elettrica per conservare i cibi nel frigo, alimentare il condizionatore e intrattenerti con videogiochi e programmi TV. Le utenze domestiche riguardano l’acqua con la quale prepari i cibi e ti fai la doccia, e comprendono il gas con il quale alimenti i fornelli sui cui prepari succulente pietanze per la tua famiglia.

Mentre ne fai uso non te ne rendi conto, ma arriverà il fatidico momento in cui prenderanno la forma di una bolletta. In quel momento, la scelta del fornitore e le tue abitudini di consumo faranno la differenza tra un sospiro di sollievo e un grido soffocato in gola.

Quindi, è necessario definire delle linee guida. Consigli utili che puoi concretizzare subito, per gestire le tue utenze domestiche nel migliore dei modi ed evitare spiacevoli conseguenze.

 

Quali sono le utenze domestiche

 

Gas e luce sono le prime utenze domestiche che ti vengono in mente, ma ce ne sono molte altre. Rientrano in questa categoria tutti quei beni e servizi che riguardano la tua casa, o immobili associati all’abitazione, come garage e cantine.

Sono considerate utenze domestiche quando, per essere utilizzate, necessitano di un allacciamento, che sia la rete idrica, la corrente elettrica, il gas o la rete telefonica. Nello specifico sono:

  • gas;
  • riscaldamento;
  • energia elettrica;
  • acqua;
  • rifiuti;
  • telefono e rete internet;
  • pay TV.

 

Come vedi, oltre alle più conosciute, ce ne sono altre che spesso passano inosservate, fino al momento in cui devono essere pagate. È in quell’istante che vorresti aver considerato delle alternative più economiche.

 

Come risparmiare sulle utenze domestiche

 

Ci sono molti modi per risparmiare sulle utenze domestiche. Da piccole azioni quotidiane, che puoi trasformare in abitudini, fino a interventi più importanti, che prevedono un investimento iniziale, ma da cui puoi ottenere benefici sul lungo periodo.

Vediamo insieme quali sono i modi più semplici ed efficaci, alla portata di tutti, per tenere sotto controllo i consumi.

 

Vietato sprecare

 

Il primo immancabile consiglio, che è bene ricordare sempre, riguarda il buon senso e i piccoli gesti concreti che fanno la differenza:

  • non lasciare accese le luci se non servono;
  • utilizza lampadine a basso consumo energetico;
  • accendi lavatrice e lavastoviglie solo quando puoi sfruttarne a pieno la capienza;
  • chiudi il rubinetto dell’acqua, mentre ti spazzoli i denti;
  • utilizza il condizionatore senza esagerare;
  • imposta il riscaldamento sui 20 gradi in inverno.

 

Sono tutte azioni pratiche da mettere in atto fin da subito e che possono trasformarsi in abitudini di vita ecosostenibili ed economicamente vantaggiose.

 

Saper leggere le bollette

 

Molti le giudicano come scartoffie burocratiche illeggibili, ma che si tratti delle bollette del gas o della luce, comprenderle aiuta a evitare spiacevoli sorprese. Per esempio, fatturazioni errate ed estenuanti telefonate al servizio clienti.

Inoltre, essere consapevoli dei costi che ciascuna utenza prevede, sia fissi che variabili, è il primo passo per capire se è il caso di cambiare gestore e iniziare a risparmiare davvero.

 

Lettura del contatore

 

Una buona abitudine, che porta via solo pochi minuti e ti consente di monitorare i consumi elettrici, consiste nella lettura del contatore. Se invii al tuo fornitore l’autolettura, con una certa regolarità, ti assicuri di ricevere bollette relative ai consumi reali ed eviti le fastidiose letture stimate.

Una semplice azione che ti permette di pagare ciò che hai realmente consumato. Puoi godere subito del risultato ottenuto dalle tue buone abitudini per non sprecare.

 

Scegli la tariffa luce più idonea alle tue abitudini

 

Esistono 3 tipologie di tariffe luce: monoraria, bioraria e multioraria. Per decidere quale sia la più vantaggiosa, e risparmiare, devi sapere che ci sono fasce orarie in cui il prezzo dell’energia varia a seconda del costo necessario alla sua produzione.

Se sai in quali fasce consumi più corrente elettrica, puoi decidere se un’offerta luce è più o meno conveniente per te. Come sempre, solo un’attenta e scrupolosa analisi delle tue abitudini di consumo energetico ti permetterà di fare le scelte giuste per ridurre i costi in bolletta.

 

Un unico gestore per più utenze

 

Riunire luce e gas sotto un unico gestore è una soluzione che può offrirti molti benefici, tra i quali un unico servizio clienti a cui rivolgerti e tariffe più vantaggiose.

Se vuoi approfondire e scoprire tutti i motivi per cui sia conveniente raggruppare più utenze domestiche con lo stesso fornitore, in questo articolo trovi tutte le informazioni che ti servono: Pacchetti luce e gas – perché conviene avere un unico fornitore.

 

Interventi di riqualificazione energetica

 

Per ottimizzare i costi legati alle utenze domestiche ci sono anche altre azioni che puoi intraprendere. Tuttavia, richiedono un investimento iniziale più cospicuo, come la sostituzione della vecchia caldaia, il cambio degli infissi e la realizzazione dell’isolamento termico della tua casa. Oppure, l’installazione di nuove tecnologie rinnovabili, come pannelli solari o pompe geotermiche, per citarne alcuni.

Certo, i costi iniziali sono più alti e possono scoraggiare, ma vale la pena considerarli in prospettiva del risparmio che è possibile ottenere nel tempo.

Quelle che hai visto sono alcune delle azioni che puoi mettere in atto per risparmiare su tutte le tue utenze domestiche, che siano luce, gas, telefonia, ecc. Il segreto per risparmiare risiede sempre nella scrupolosa analisi delle tue abitudini di consumo. Abbassi i costi delle bollette, rispetti l’ambiente e non rinunci al comfort a cui sei abituato.

 

utenze-domestiche-come-gestirle

Come gestire al meglio le utenze domestiche: alcuni consigli

 

Per quanto tempo conservare le bollette

 

Saper leggere le bollette e analizzare i propri consumi costituisce le basi per applicare gli accorgimenti necessari a ridurre le spese delle utenze domestiche.

Tuttavia, anche la gestione amministrativa delle bollette richiede conoscenze e consapevolezza. Ti sei mai chiesto per quanto tempo devi conservarle?

Archiviare le bollette in formato cartaceo può portare via molto spazio, ma prima di farti prendere dall’entusiasmo delle pulizie di primavera, è meglio sapere come gestirle. Le bollette di gas, acqua e altre utenze domestiche devi conservarle per 5 anni, con le relative ricevute di pagamento. Mentre per la bolletta dell’energia elettrica, da quando è stato inserito anche il pagamento del Canone Rai, l’obbligo di conservazione è di 10 anni.

Per semplificare l’archiviazione delle tue bollette scegli fornitori che offrano servizi online. In questo modo, la gestione sarà più semplice: risparmi tempo e frustrazioni inutili.

In questo articolo puoi trovare tutte le informazioni necessarie per gestire e archiviare le tue bollette: Per quanto tempo conservare le bollette di luce e gas.

 

Utenze domestiche: meglio mercato libero o tutelato?

 

Per il mercato energetico poteva essere un dilemma lacerante fino a poco tempo fa, ma visto l’imminente completa liberalizzazione, ormai non lo è più. Ecco perché è il momento giusto per iniziare a cercare l’offerta più vantaggiosa nel mercato libero. Puoi scegliere il tuo nuovo fornitore luce in base a soluzioni personalizzate, che meglio soddisfino le tue abitudini di consumo.

La gestione delle utenze domestiche può essere snella e priva di sorprese, oppure trasformarsi nel tuo peggior incubo. Come hai visto, devi solo mettere in pratica qualche consiglio utile e trovare il fornitore più adatto alle tue esigenze.

Ricorda che il miglior fornitore luce e gas, ma non solo, non è quello che ti promette di risparmiare e basta. Deve saperti offrire anche un eccellente servizio clienti. Esperti cordiali e competenti, capaci di risolvere ogni dubbio e consigliarti sempre la soluzione giusta per te.

Se hai deciso di cambiare fornitore, ma non sai da dove iniziare, noi di Gruppo Sinergy possiamo supportarti per farti risparmiare fin da subito. Contattaci oggi stesso senza impegno, oppure consulta le nostre offerte luce e gas, studiate per garantirti sempre il miglior rapporto costi e benefici.

scritto da

Alessandro Lerin

Blogger e copywriter, trasformo in concetti concreti ciò che interessa agli utenti. Supporto inoltre piccole e medie imprese che vogliono mettere in evidenza i propri punti di forza.

[fbcomments]
Post Raccomandati