Hai deciso che è arrivato il momento di farlo, ma il cambio gestore energia elettrica e gas ti inquieta. Non sai da dove iniziare. Immagini complessità e trappole burocratiche che sfiancheranno le tue buone intenzioni di risparmiare sulle bollette. In realtà, non è così.

Cambiare fornitore luce e gas è una procedura semplice, che non comporta alcun costo di attivazione. Le normative che regolamentano il mercato energetico sono pensate proprio per agevolare la libera concorrenza e favorirti nella scelta dell’offerta migliore.

Se le tue necessità di consumo sono cambiate, non sei a tuo agio con l’attuale fornitore, o vuoi passare dal mercato tutelato a quello libero, puoi farlo tranquillamente. Potresti cogliere l’occasione per scegliere di avere un unico gestore energetico, e trovare un’offerta ancora più conveniente.

Qualunque sia la motivazione che ti spinge al cambiamento, ecco tutto quello che devi sapere per farlo senza pensieri.

 

Cambio gestore energia elettrica e gas: semplice e rapido

 

Hai notato che la spesa delle bollette è aumentata? È possibile che l’offerta sottoscritta sia scaduta, oppure le tue abitudini di consumo siano cambiate, e l’attuale contratto non è più così vantaggioso. Il cambio gestore energia elettrica e gas può essere la mossa giusta per risparmiare e attivare un’offerta più consona alle tue aspettative.

Dunque, facciamo subito un po’ di chiarezza. Partiamo con alcune informazioni importanti su costi e aspetti pratici:

  • nessuna penale – non sono previste penali e puoi decidere di cambiare fornitore in qualsiasi momento;
  • nessun costo – il cambio fornitore è gratuito;
  • deposito cauzionale – il nuovo gestore potrebbe richiedere un deposito cauzionale, dipende dalle politiche contrattuali che ha stabilito. Di solito, se decidi di procedere al pagamento delle bollette con domiciliazione bancaria, postale o con addebito su carta di credito, non viene richiesto. In caso di cessazione del contratto dovrà comunque esserti restituito entro 30 giorni dalla data di fine contratto.
  • servizio garantito – durante il passaggio da un fornitore all’altro non avvengono interruzioni di fornitura luce o gas;
  • contatore – non deve essere cambiato, tutto procede come sempre.

 

Una volta individuato il nuovo gestore, e la tariffa più conveniente per te, non ti resta che contattarlo e sottoscrivere il contratto.

 

Diritto di ripensamento

 

Nel caso di sottoscrizione del contratto fuori dalla sede commerciale del gestore, per esempio, via telefono o internet, puoi godere del diritto di ripensamento. Hai 14 giorni di tempo, dalla data di conclusione del contratto, per annullarlo tramite raccomandata, fax, oppure posta elettronica certificata.

Questa informazione può esserti utile anche in caso di truffe. A tal proposito, in questo articolo trovi ottimi consigli per proteggerti: Truffe luce e gas, come evitarle.

Documenti per il cambio di gestore: la lista per non arrivare impreparato

 

Per cambiare fornitore luce e gas servono pochi documenti. Dunque, prendi nota e organizzati per tempo. Puoi rendere la procedura ancora più snella e veloce:

  • documento d’identità e codice fiscale dell’intestatario del contratto;
  • ultima bolletta della luce e/o gas del precedente fornitore, dove sono indicati i dati della fornitura: per l’energia elettrica il codice POD e per il gas il codice PDR;
  • recapito telefonico e/o indirizzo e-mail;
  • IBAN per l’eventuale domiciliazione bancaria dei pagamenti.

 

Come fare la disdetta del vecchio contratto gas e luce

 

Una volta sottoscritto il contratto devi solamente aspettare. Infatti, sarà il nuovo fornitore a comunicare la recessione del contratto al vecchio gestore e a portare avanti la pratica.

Anche per le procedure di conguaglio verrà svolto tutto in automatico. Pochi giorni prima del passaggio effettivo, il nuovo gestore effettuerà la prima lettura del contatore. Dopodiché, la trasmetterà al vecchio fornitore, per consentirgli di emettere l’ultima bolletta. Questa lettura rappresenta anche il punto di partenza del nuovo contratto.

Come vedi tutte le questioni tecnico-amministrative sono a carico del nuovo gestore. Dovrai solo aspettare che il passaggio avvenga e, nel mentre, potrai continuare a usufruire di una fornitura luce e gas regolare.

 

Quanto tempo serve per effettuare il cambio di gestore?

 

Per il cambio gestore energetico, nel caso di fornitura domestica, devi calcolare un mese dal primo giorno del mese successivo alla sottoscrizione del contratto. Se invece si tratta di una fornitura non domestica le tempistiche previste sono di un mese per il mercato di maggior tutela e di tre mesi per il mercato libero.

Cambiare fornitore luce e gas è un’operazione veloce e snella, favorita dalla liberalizzazione del mercato energetico. L’ARERA ha semplificato le procedure, affinché le politiche commerciali siano trasparenti e orientate alla tutela del consumatore.

 

Un motivo in più per cambiare gestore energia elettrica? La fine del mercato tutelato

 

La chiusura del mercato tutelato appare ormai inevitabile. La chiusura è slittata da luglio 2020 al primo gennaio 2022, ma nonostante questo, è arrivato il momento di guardarti intorno. Puoi valutare, con calma, le offerte presenti sul mercato libero e trovare quella più idonea alle tue esigenze.

Il cambio gestore energia elettrica e gas può essere l’occasione giusta per passare dal servizio di maggior tutela al mercato libero e iniziare a risparmiare. La concorrenza tra i diversi fornitori stimola proposte commerciali sempre vantaggiose.

Puoi accedere a offerte migliori, bonus di benvenuto, prezzi bloccati, tariffe agevolate e a servizi gratuiti che semplificano la gestione delle tue bollette. Se ti stai chiedendo quanto sia vantaggioso il mercato libero rispetto al mercato tutelato, ecco un articolo che può toglierti ogni dubbio: Mercato libero o tutelato – quale conviene?

 

cambio-gestore-energia-e-gas-come-farlo

Cambiare gestore energia elettrica e gas è semplice e senza costi di attivazione

 

Cambio gestore energia elettrica e gas: non è solo una questione di prezzo

 

Lo sappiamo, ogni volta che pensi di mettere mano ai tuoi contratti luce e gas ti assale il timore di complicarti la vita. Eppure, puoi trovare offerte su misura per te e cambiare fornitore in modo snello e veloce. Addirittura, puoi considerare la sottoscrizione di offerte Dual Fuel per avere un solo fornitore e semplificare la gestione delle bollette: risparmi e non sprechi tempo.

Farti prendere dall’ansia ogni volta che arriva la bolletta, non ha senso. Scegliere l’offerta adatta alle tue necessità di consumo ti aiuta a gestire il bilancio familiare con serenità, senza sorprese.

Gruppo Sinergy è al tuo fianco per consigliarti e aiutarti a districare dubbi e incertezze. Possiamo accompagnarti verso la scelta migliore per le tue necessità di consumo, con un servizio clienti rapido e competente. Contattaci senza impegno, oppure scopri subito le nostre migliori offerte luce e gas.

scritto da

Alessandro Lerin

Blogger e copywriter, trasformo in concetti concreti ciò che interessa agli utenti. Supporto inoltre piccole e medie imprese che vogliono mettere in evidenza i propri punti di forza.

[fbcomments]
Post Raccomandati