0 Condivisioni

Sapere come leggere la bolletta del gas è importante per comprendere quali siano gli importi che influiscono sui tuoi consumi rispetto al fornitore che hai scelto.

Tuttavia, interpretare ogni dato e cogliere quali siano gli importi su cui concentrare la tua attenzione, non è affatto banale, soprattutto quando vuoi fare delle considerazioni economiche per comparare diverse offerte e riuscire a risparmiare.

Per fortuna, la struttura della bolletta è identica per qualsiasi fornitore, poiché spetta all’ARERA regolamentarla e definirne ogni aspetto. Inoltre, grazie all’introduzione della Bolletta 2.0, la lettura delle voci presenti è stata semplificata.

La bolletta è strutturata su una sola pagina, dove tutte le informazioni sono disposte in modo più chiaro e intuitivo. Questo ci agevola nel nostro intento, ovvero offrirti una guida su come leggere la bolletta del gas, evidenziando gli elementi più importanti.

 

Come si presenta la Bolletta 2.0?

 

C’è sempre un po’ d’angoscia quando apriamo le buste che contengono le bollette. Tuttavia, se sai come leggerle, e hai scelto il miglior fornitore per le tue abitudini di consumo, l’ansia scompare. Dunque, non perdiamoci d’animo e vediamo quali sono le voci in bolletta.

 

Dati del contratto nella bolletta del gas

 

Dal 1° gennaio 2016, l’AEEGSI (Autorità per l’energia elettrica e il gas e il sistema idrico) ha introdotto la Bolletta 2.0, o Bolletta web se in formato telematico. La nuova bolletta semplificata rende immediata la lettura presentandosi in una sola pagina, anziché nelle tradizionali tre.

Gli elementi che puoi individuare subito sono il mercato di appartenenza, libero o tutelato, e quelli relativi ai dati di stipula del contratto:

  • informazioni cliente, col tuo nome, cognome, codice fiscale e indirizzo civico;
  • informazioni tecniche, con l’esatto luogo della fornitura, identificato in modo univoco dal codice PDR (punto di riconsegna, composto da 14 cifre);
  • tipologia di fornitura, che specifica la categoria del tuo immobile, per il quale avviene la fornitura, e la potenza del contatore utilizzato;
  • importo bolletta, variabile in base ai tuoi consumi e in riferimento ad una cadenza mensile, bimestrale o quadrimestrale;
  • dati bolletta, con numero progressivo, data di emissione, periodo di fatturazione dei consumi e data entro cui dovrai pagare l’importo;
  • recapiti utili, per contattare la società fornitrice in caso di malfunzionamenti, reclami o semplicemente per informazioni commerciali.

 

A seguire, invece, trovi tutti i dati che, di solito, creano più preoccupazione, poiché riguardano le componenti relative all’importo della tua bolletta. Vediamoli nel dettaglio.

 

Lettura bolletta del gas, capire voci di spesa e consumi

 

Orientarsi nella scelta dell’offerta gas più adatta alle tue esigenze è un’impresa ardua. Dunque, osserviamo insieme quali sono le voci di spesa che costituiscono l’importo complessivo da pagare in bolletta:

  • spesa materia prima gas naturale, voce più importante della bolletta, che comprende il costo del gas consumato e rappresenta circa il 40% del totale da pagare; presenta una quota fissa legata alla vendita al dettaglio e una al consumo, che varia in funzione dell’effettivo utilizzo di gas;
  • spesa trasporto e gestione contatore, riferita al trasporto e allo stoccaggio del gas da parte del fornitore, per arrivare al distributore e poi al consumatore, così come alla gestione del contatore; presenta una quota fissa stabilita dall’ARERA, che non cambia tra i fornitori, e una legata al consumo;
  • spesa oneri di sistema, copre i costi sostenuti dal sistema gas nazionale per la realizzazione degli impianti e per attività d’interesse generale; è rappresentata da una quota fissa stabilita dall’ARERA, indipendente da fornitore e consumi;
  • imposte statali, che equivalgono a circa il 35% dell’importo totale e sono rappresentate da IVA (al 10% sui primi 480 mc consumati e al 22% sugli altri consumi e sulle quote fisse) e accise, imposte di consumo differenti tra nord e sud Italia; non mancano poi le addizionali regionali;
  • ricalcoli, si riferiscono a mensilità precedenti in cui potresti aver pagato una cifra inferiore o superiore a quella dei consumi stimati; se presenti, possono essere sia in positivo, come addebito, che in negativo, come accredito.

 

A completare i dati presenti in bolletta trovi una sezione dedicata alle comunicazioni relative alle modalità di pagamento, alle condizioni economiche e ad altre informazioni sul tuo fornitore.

 

Come leggere la bolletta del gas e risparmiare

 

Nel mercato libero, la concorrenza tra i fornitori si basa quasi esclusivamente sulla spesa della materia gas. Tutte le altre voci sono fisse e decise annualmente dall’ARERA. Dunque, è questa la voce che devi verificare per scegliere il miglior fornitore di gas.

Adesso sai come leggere la bolletta del gas e quali siano i dati che dovresti considerare. Però, per ridurre ulteriormente i costi, potresti implementare alcune buone abitudini e valutare quei servizi che ti semplificano la gestione delle bollette.

Per esempio, potresti scegliere la bolletta web. La ricevi in formato elettronico e ti consente di usufruire di alcuni servizi online gratuiti. Gruppo Sinergy ti offre l’accesso a un’area personale, in cui puoi tenere sotto controllo i tuoi consumi e tutti i dettagli della fornitura, che sia gas o luce. Accedi quando e da dove vuoi, per avere tutto sempre sotto controllo.

Se vuoi saperne di più sulla bolletta web, abbiamo spiegato come e perché dovresti attivarla in questo articolo: Bolletta web, come funziona e quali vantaggi può offrirti.

 

come-leggere-bolletta-del-gas

Come leggere la bolletta del gas e diminuire i consumi?

 

Cambiare fornitore gas, scegli quello su misura per te

 

Le bollette domestiche rappresentano da sempre un motivo di preoccupazione, specie quando si notano valori particolari e non si è in grado di comprenderli. Dopo averti spiegato come leggere la bolletta del gas, e le caratteristiche della Bolletta 2.0, speriamo sia tutto più chiaro.

Cambiare fornitore è semplice, veloce e gratuito, ma è vantaggioso solo se sai cosa valutare. Semplificando, se consideri i tuoi consumi annui e il prezzo della materia prima gas naturale, sei già in grado di valutare con accortezza le diverse offerte.

Se hai ancora dei dubbi, non ti preoccupare. Contattaci senza impegno: il nostro servizio clienti è a tua disposizione per accompagnarti nella scelta migliore per le tue esigenze di consumo e risparmiare sulle bollette del gas. Oppure, scopri subito le offerte luce e gas che abbiamo pensato per te.

0 Condivisioni

scritto da

Alessandro Lerin

Blogger e copywriter, trasformo in concetti concreti ciò che interessa agli utenti. Supporto inoltre piccole e medie imprese che vogliono mettere in evidenza i propri punti di forza.

[fbcomments]
Post Raccomandati